giovedì 3 luglio 2008

iDoser, il jukebox dello sballo: bufala o realtà?



di Dario Abballe

Sesso, droga e rock ‘n’ roll? Non proprio, o non solo. Sesso, Internet e rock ‘n’ roll? Forse. Se i rumors di questi giorni verranno confermati, ci si ritrova catapultati in una nuova era per le droghe: le onde sonore. L’allarme viene direttamente dalla Guardia di Finanza e in particolare dal nucleo contro le frodi telematiche: non c’è ancora la certezza che si tratti di una vera scoperta o se sia solo un bluff architettato ad arte, e per questo le indagini delle Fiamme Gialle continuano senza sosta. In realtà sono già attivi, e da diverso tempo, siti (iDoser ad esempio) dove è possibile scaricare il software che contiene la famigerata droga già pronta in “dosi”: ben 76 files audio.
In origine le onde sonore, che sono “materialmente” lo stupefacente, erano state utilizzate con scopi totalmente diversi come la cura delle emicranie croniche o quella dell’insonnia, ma a quanto pare sono state trasformate da medicinali alternativi a nuova frontiera dello sballo.


Una droga economica
Studi effettuati sulle onde hanno dimostrato che gli effetti sull’uomo possono essere gli stessi di quasi tutte le droghe sintetiche o naturali: oppio, exstasy, marijuana, cocaina per fare degli esempi; ma ad un prezzo ridicolo rispetto alle “tradizionali”: 3€ per una singola dose, 13-16€ per un CD. Al prezzo inferiore è da aggiungere la comodità e la tranquillità delle quattro mura domestiche: gli audio vanno ascoltati al pc con tanto di auricolari, altrimenti non hanno effetto. Quello che ancora non si sa (e per i futuri fruitori rappresenterebbe l’aspetto più negativo) è se queste onde danneggino il cervello di chi le ascolta e se creino in quest’ultimo dipendenza. Dal canto loro i rivenditori delle droghe elettroniche sostengono che non hanno evidenziato alcun tipo di dipendenza e sono certi della loro sicurezza.

Come funziona
Per riprodurre l’effetto allucinogeno le cyber droghe sfruttano frequenze sonore che generano nel cervello impulsi nervosi paragonabili a quelli di un comune stupefacente: usando frequenze comprese tra 1 e 30 Hz (per avere una completa copertura delle onde sonore a cui l’uomo è sensibile) gli mp3 vengono creati e sparati con frequenze asincrone nelle orecchie, generando un gap tra un orecchio e l’altro e portando allo stato d’allucinazione chi ne fa uso.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Bisogna solo scoprire se effettivamente funzionano se creino una qualche "dipendenza da chiave di violino" e se , soprattutto, provochino danni e se si, di che genere...
Se sarà tutto vero i nostri nipoti si "faranno" in cuffietta , ma volete mettere con quello che da rullarsi una canna di maria in compagnia..?!?!?
E... chi arriccia .. appicccia..!

un giocatore dell'athletic tuscolAIN

Kuda ha detto...

è una bufala, guarda il sito attivissimo.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Io vorrei dare gli estremi di quel cretino del giocatore dell'Athletic TuscolAIN alle forze dell'ordine.

Non capisco come si puo essere cosi imbecilli da buttare via la vita facendosi con della droga.

Vergogna

J

Anonimo ha detto...

Non avrei mai immaginato che potessero esistere queste onde sonore capaci di creare sballo. Esiste un metodo per evitarne la diffusione?
Biancarosa

Anonimo ha detto...

credo che la preghiera sia l'unico modo di respingerle...l'unico!

Anonimo ha detto...

Se non c'è una molecola di origine naturale o sintetizzata in laboratorio in grado di deprimere o stimolare il sistema nervoso o di produrre alterazioni della percezione nn parlo di droga. Secondo me "lo sballo" di cui si parla è una sensazione di confusione legata alla ricezione simultanea di differenti stimoli nn concordi ad elevata velocità a livello cerebrale. Il cervello bombardato da suoni a differenti frequenze nn convenzionali nn riesce a codificare i messaggi e si ottiene una sensazione di sbandamento, una distorsione della percezione sensoriale simile a quella che si ha quando si scende dalla giostra che gira veloce. Per me è semplicemente un fatto di "caos cerebrale", appena il cervello riesce a codificare gli stimoli (sempre che nn ci riesce al primo ascolto ed in quel caso nn succede nulla, come io credo)addio sensazione di "sballo". La cosa che poi mi fa proprio sorridere sono le 10 regole da seguire per far funzionare al 100% una dose, ve le elenco in sintesi...mi raccomando...è una cosa seria..concentrati :D:
1)evita ogni distrazione
2) Assicurati di aver fatto tutto quello di cui hai bisogno
3) Prendi la dose di notte o al buio
4) Occhi chiusi
5) Rilassati
6)Focalizza
7)Stai fermo
8)Sii paziente
9)Resta un pò del letto dopo aver preso la dose
10)Ripeti sempre questi passaggi
Ma voi nn fate tutto ciò ogni sera prima di un bel sogno intrippante???????? Oh io le distrazioni le evito, la pipì prima di andare a letto la faccio, spengo la luce, chiudo gli occhi, mi rilasso..mi focalizzo sul sonnone..certo se sto scomoda mi muovo un pochino però dai alla fine sto ferma...eh siiii sono pure paziente, se nn mi addormento subito aspetto e conto le pecore........e voi nn ci state 10 minuti in più nel letto dopo che ha suonato la sveglia??????:P
BUONA NOTTE E SOGNI PSICHEDELICI A TUTTI!!!!!!!!!!!!!!!! :)
Marty
p.s. Stanotte ho avuto un incubo...ho sognato Daddy...mi sa che m'avevano venduto una dose-mp3 registrata male!ihihihihihihihihihihihiihihihi :)

Anonimo ha detto...

Per evitarne la diffusione credo che le preghiere non siano sufficienti, anche se non guastano!!!
Biancarosa

Anonimo ha detto...

Marty anche tu sogni daddy? Anche io e voglio andare in analisi...AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH (di peggio solo il micocci)

Anonimo ha detto...

Propongo di cambiare spacciatore e di fare una terapia di gruppo..insieme possiamo sconfiggere la visione onirica del Daddy (:P)!!!!...naturalmente accompagnati dalla preghiera!!!!! :)
Marty